Che il nome del nuovo sistema satellitare europeo fosse Galileo, ci sembra una scelta ovvia. Che il nostro grande scienziato potesse finalmente girare intorno alla Terra…bé, se l’è meritato ampiamente. Finalmente, quindi, l’Europa si avvia ad avere un suo sistema satellitare per il geoposizionamento.

Partenza del vettore Ariane 5, il 17 novembre del 2016, con a bordo quattro satelliti del Sistema Galileo

INRIM ha vinto il bando europeo per coordinare le “relazioni”, se così possiamo sinteticamente definirle, fra Terra e Spazio. Lo spiega bene nel video Patrizia Tavella che dirige il Laboratorio di Tempo dell'INRIM e che è anche responsabile del progetto europeo e quindi della rete continentale che deve gestire il sistema.

Due dei quattro satelliti a bordo dell’Ariane 5, collocati nella stiva del vettore
Una rappresentazione della fase di rilascio dei satelliti
Un'immagine fotografica del momento in cui i satelliti si sganciano dal vettore

I satelliti di Galileo hanno i nomi dei bambini vincitori del concorso "Un disegno spaziale", organizzato dalla Commissione Europea, in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Europea (ESA), e rivolto agli alunni delle scuole primarie di tutte le nazioni UE. Di seguito i lavori dei piccoli artisti che hanno dato il nome agli ultimi quattro satelliti lanciati in orbita. Per vedere tutti i disegni premiati, clicca qui!

Antonianna Semeraro from Italy
Kimberley Camilleri from Malta
Lisa Viktória Kraaijvanger from Hungary
Tijmen van Kraaij from the Netherlands

Le immagini presenti in questa pagina provengono dal sito della Agenzia Spaziale Europea, nella sezione dedicata a Galileo: http://ec.europa.eu/growth/sectors/space/galileo/