Domenico Giordano ci parla del progetto europeo MyRails, sviluppato nell'ambito del programma di ricerca europeo Horizon2020 per dotare il sistema ferroviario europeo di una adeguata  strumentazione metrologica.
Primo obiettivo è misurare con esattezza l'energia a bordo treno e fatturare l'energia in base al reale consumo. Fino a poco tempo fa infatti le compagnie ferroviarie pagavano l'energia consumata in modo forfettario.

La misurazione dell'energia consumata dai treni (e di conseguenza pagata) apre la strada a una serie di interventi finalizzati al risparmio energetico.
Un solo esempio: l'energia rilasciata dai treni in fase di frenata (come accade anche nella Formula Uno) viene molto spesso sprecata... Mentre potrebbe essere facilmente riutilizzata.

Al centro del progetto MyRails dunque il tema delle misure - dell'energia, della potenza, dei risparmi...-, delle infrastrutture e degli strumenti necessari a supportare l'adozione di tecnologie efficienti dal punto di vista energetico nel sistema ferroviario europeo.

 

INRIM con Domenico Giordano coordina il progetto; nella partnership ci sono  gli istituti di metrologia di Repubblica Ceca, Francia, Svizzera, Regno Unito, Olanda e Spagna e l’Università degli Studi della Campania, l’University of Strathclyde del Regno Unito, l’Universidad Pontificia Comillas di Madrid e il centro francese di ricerca Railenium.
Un ruolo strategico avranno i contributi dei partner industriali: Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, attraverso Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, Hitachi Rail Italy di Napoli, il gestore della metropolitana di Madrid (MM) e l’azienda svizzera ASTM, Analysis, Simulation, Test and Measurement SAGL.